fbpx

Per quanto tempo bisogna conservare le bollette di luce e gas

Storage Archive Backup Administration Memory Concept

Sono molte le persone che si chiedono per quanto tempo è necessario conservare le bollette di luce e gas, e sicuramente hanno le loro buone ragioni per volerlo sapere. Con questi presupposti andiamo a vedere cosa c’è da sapere a riguardo e anche alcuni consigli per conservarle al meglio.

Per quanto e perché conservarle?

Bisognerebbe conservare le bollette di luce e gas per cinque anni. Perché cinque? Perché è proprio entro questo periodo di tempo che un fornitore può richiedere il pagamento di un arretrato. Pertanto, conservandole si potrà mostrare le ricevute in caso di necessità. Quando la scadenza di una fattura è passata da più di cinque anni, il fornitore non può più richiederne il pagamento.

Come conservare le bollette di luce e gas?

Per conservare al meglio le fatture si consiglia di separarle per tipologia e per anno. Si possono inserire in cartelline separate, una per il gas e una per l’energia elettrica, oppure metterle in un’unica cartellina portadocumenti suddivisa in scomparti. Man mano che passa il tempo si potranno buttare quelle che hanno più di cinque anni.

La migliore soluzione per conservare le bollette di luce e gas è quella di conservarle solo in forma digitale. Si può fare senza perdere tempo se si ricevono già le bollette online. Se invece si ricevono in formato cartaceo, si possono scannerizzare e conservare in cloud o su un archivio esterno. Qualunque sia la soluzione desiderata, l’importante è trovare un’organizzazione funzionale e logica. Così facendo si potranno conservare le bollette senza difficoltà e ritrovarle velocemente al momento del bisogno.