fbpx

Le fasce orarie per il consumo di energia elettrica

orologio-fasce-orarie

Nella bolletta della luce, più nello specifico nella seconda pagina, si possono trovare delle fasce orarie: F1, F2 e F3. Come funzionano e a che orari si riferiscono? Conoscendo questi dettagli sarà più facile risparmiare, concentrando i propri consumi nelle fasce durante le quali si spende meno.

Il consumo di energia elettrica

La prima cosa da sapere è che le fasce orarie per il consumo di energia elettrica sono state create considerando quali sono i momenti della giornata in cui la domanda di elettricità è più alta, ovvero nei giorni lavorativi dalle 8 alle 19, e più bassa. In quest’ultimo caso ci riferiamo alle ore serali, dalle 19 alle 8 e durante le giornate festive. F1 è la fascia dedicata ai momenti in cui c’è maggiore richiesta, e in cui l’elettricità è più costosa, mentre le altre fasce prevedono una tariffa più conveniente (la F3 è la più conveniente di tutte).

Le fasce orarie nel dettaglio

Considerando quello che abbiamo appena detto, andiamo a conoscere più dettagliatamente le fasce, al fine di facilitare la lettura della bolletta della luce.

  • La fascia F1 riguarda le giornate lavorative (e quindi non festive) dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 19.
  • La fascia F2 riguarda sempre le giornate lavorative dal lunedì al venerdì, negli orari dalle 7 alle 8 e dalle 19 alle 23, e il sabato dalle 7 alle 13 (non sono incluse le festività).
  • La fascia F3 riguarda le giornate dal lunedì al sabato, dalle 23 alle 7, e l’intera giornata della domenica e dei festivi.

Infine, per leggere bene la bolletta della luce è utile sapere che in alcuni casi viene utilizzata anche la fascia oraria F23. Questa unifica le fasce 2 e 3 e vale ogni giorno, anche i festivi e la domenica, dalle 19 alle 8.