fbpx

Classi energetiche: qual è il loro impatto sulla bolletta?

cropped view of woman holding led lamp and carton house, energy efficiency at home concept

Le classi energetiche non sono altro che una suddivisione che aiuta i consumatori durante la scelta di dispositivi elettronici ed elettrodomestici. Solitamente le fasce vanno dalla A+++ (migliore efficienza) alla G (minore efficienza). Per rendere la distinzione tra i prodotti ancora più intuitiva, la scala delle classi è accompagnata anche da sette segmenti colorati, che vanno dal verde – migliore efficienza – al giallo e poi al rosso. Naturalmente quest’ultimo colore rappresenta la minore efficienza. È importante sapere che per le lampadine le classi vanno dalla A++ a E, mentre per gli aspirapolvere ci sono le fasce da A+++ a D.

Cosa sapere per quanto riguarda la bolletta

Le classi energetiche aiutano a capire quali sono i prodotti più efficienti in termini di performance e consumi. Pertanto, è chiaro che un prodotto A+++ consumerà meno e risulterà più performante rispetto ad un altro della stessa tipologia ma di classe B. Il risparmio si potrà notare anche tra un elettrodomestico A++ e uno A+. Perciò, le classi energetiche sono molto importanti in tema di importi in bolletta. Per risparmiare è dunque fondamentale acquistare sempre i prodotti della fascia energetica più alta. Anche se alcuni costeranno un po’ di più, in breve tempo sarà possibile recuperare la differenza proprio grazie al risparmio energetico riscontrato.

C’è da dire, però, che gli elettrodomestici più grandi (es. lavatrice) consumano sempre di più rispetto agli altri. Ecco perché, oltre alla scelta della migliore classe energetica, è sempre importante usare ogni apparecchio con attenzione ed impegnandosi per evitare gli sprechi.

Cos’altro c’è da sapere sulle classi energetiche?

È importante sottolineare che acquistare prodotti efficienti vuol dire altresì ridurre il proprio fabbisogno energetico quotidiano e, conseguentemente, anche le emissioni di CO2. C’è anche da considerare che, comprando elettrodomestici di classe minima A+ (A per i forni), che verranno installati in un immobile oggetto di ristrutturazione, si potrà anche fruire di una detrazione Irpef pari al 50%. In pratica, ci sono tanti motivi per scegliere apparecchi di classi energetiche alte e il risparmio è sicuramente al primo posto. Per risparmiare ancora di più non dimenticate di scegliere la tariffa più adeguata. Vi invitiamo a valutare le nostre che potete trovare direttamente QUI.