fbpx

Aziende: in quali aree operative si consuma più energia elettrica 

consumi-aziende

L’energia elettrica è un elemento vitale per il funzionamento delle aziende moderne: è essenziale per alimentare macchinari, illuminazione, sistemi informatici e non solo. Tuttavia, l’aumento della consapevolezza ambientale e le pressioni per ridurre l’impronta di carbonio stanno spingendo le imprese a valutare e a ottimizzare il loro consumo energetico. Con questi presupposti, oggi andiamo a vedere quali sono le aree operative in cui si consuma più energia elettrica e a fornire consigli pratici su come ridurre tale consumo. 

La produzione e la manifattura: il cuore del consumo energetico 

Nelle aziende manifatturiere, la produzione è spesso l’ambito in cui si registra un maggior consumo di energia elettrica, e ovviamente possiamo immaginare bene il perché: il funzionamento di macchinari pesanti, linee di assemblaggio automatizzate e sistemi di controllo richiede una notevole quantità di elettricità. Secondo le statistiche del settore, il 70% del consumo energetico totale di un’azienda manifatturiera è attribuibile alla produzione. Per ridurre questo impatto, molte aziende stanno investendo in tecnologie più efficienti dal punto di vista energetico e integrando fonti di energia rinnovabile nei loro processi di produzione. 

I sistemi di raffreddamento e condizionamento: un “male” necessario 

Gli impianti di raffreddamento e condizionamento dell’aria, fondamentali per mantenere temperature ottimali durante le molte attività aziendali, rappresentano un’altra fonte significativa di consumo energetico. Secondo le ricerche, l’uso di sistemi di climatizzazione può costituire fino al 15% del totale dell’energia elettrica consumata da un’azienda. Proprio per questo molte realtà stanno adottando soluzioni innovative, come l’implementazione di sistemi di climatizzazione intelligente, l’adozione di materiali e progettazioni eco-sostenibili. 

Tecnologia dell’informazione e data center che richiedono molta energia elettrica anche se non sembra 

Con l’avvento della digitalizzazione, il settore dell’IT e i data center sono diventati componenti essenziali di molte aziende. Anche se non sembra, questi ambienti possono scaturire un alto consumo energetico. Per ridurre questo impatto, le aziende stanno adottando approcci come la virtualizzazione, l’adozione di hardware più efficienti dal punto di vista energetico e la ricerca di fornitori di servizi cloud che utilizzano energie rinnovabili. 

Aziende e consumo di energia elettrica: come ottimizzare il consumo energetico? 

Considerando quelle che sono le aree operative che consumano più energia, è sempre utile condurre innanzitutto un audit energetico. Quest’ultimo permetterà di identificare i punti critici di consumo e implementare soluzioni mirate. Il tecnico incaricato potrà suggerire le azioni da intraprendere, ma in ogni caso potrà rivelarsi utile anche investire in sistemi di gestione intelligente dell’energia elettrica per ottimizzare l’uso delle risorse e ridurre gli sprechi. Si potrà valutare altresì l’adozione di fonti di energia rinnovabile e aggiornare l’attrezzatura con modelli più efficienti dal punto di vista energetico. Infine, sarà utilissimo incoraggiare l’adozione di pratiche sostenibili tra i dipendenti e sensibilizzare questi ultimi sull’importanza del risparmio energetico.